Vitrificazione di ovociti

La vitrificazione di ovociti è un congelamento rapido degli ovociti ottenuti dopo la stimolazione ovarica.

Viene indicata in caso di:
1. Pazienti che desiderano crioconservare ovociti come alternativa alla vitrificazione degli embrioni rimanenti da un ciclo di Fecondazione in vitro.
2. Donne che desiderano posticipare il momento della maternità.
3. Pazienti oncologiche che devono sottoporsi a un trattamento di chemioterapia o radioterapia.

Il ciclo di vitrificazione ovocitaria consiste in:
1. Stimolazione ovárica: Comincia a partire dalle mestruazioni, con preparazioni iniettabili di ormone (sottocutanee). Questo trattamento viene controllato mediante ecografie seriali e prelievi di sangue per 6/8 giorni allo scopo di ottenere un ottimo sviluppo degli ovociti e stabilire il momento del prelievo.
2. Prelievo ovocitario: Viene eseguito per via vaginale, sotto controllo ecografico, e consiste nell’aspirazione dei follicoli (piccole sacche piene di liquido che contengono gli ovociti). Questo procedimento viene realizzato con sedazione in sala operatoria e dura tra 10 e 15 minuti. Dopo la procedura la paziente resta sotto osservazione qualche ora e torna a casa per stare a riposo assoluto l’intera giornata.
3. Vitrificazione degli ovociti: Si effettua in laboratorio dopo il prelievo ovocitario.